Mercoledì 29 gennaio, in sala consigliare, è stata rinnovata la convenzione tra il Comune di Sant’Antonino e la Squadra volontari Antincendi Boschivi dello stesso paese.

A firmare sono stati la sindaca Susanna Preacco e il caposquadra degli Aib, Stefano Lergo, da poco riconfermato alla guida del gruppo in seguito al rinnovo del consiglio direttivo avvenuto la scorsa settimana. Come nella precedente versione la convenzione regola gli interventi di protezione civile di emergenza, in caso di micro-calamità a livello locale, che la Squadra si rende disponibile ad effettuare sul territorio comunale, alle dirette dipendenze funzionali del sindaco. In sostanza tutti gli interventi che accadono con maggiore frequenza come, ad esempio, allagamenti a seguito di piogge intense, nubifragi, tempeste di vento e frane.
Poi nella convenzione ci sono le manutenzioni di mulattiere e sentieri e le attività ambientali concordate di volta in volta con il Comune. Altre attività ancora consistono negli interventi di assistenza in occasione di manifestazioni o eventi nei quali sia prevista forte affluenza di pubblico.

La Squadra Aib metterà a disposizione la propria struttura organizzativa, nonché i mezzi ed attrezzature in sua dotazione, mentre il Comune riconoscerà un contributo minimo annuo di 4.000 euro, l’utilizzo gratuito della sede sociale, facendosi carico delle utenze, delle tasse e delle assicurazioni dei mezzi di proprietà comunale, come anche il carburante per i mezzi ed il materiale di consumo necessario per gli interventi non di emergenza (quantificato in mille euro salvo particolari necessità).

Non rientrano nella convenzione gli interventi a vario titolo riconducibili allo spegnimento degli incendi boschivi, come le attività di protezione civile precettate a seguito di eventi meteorologici eccezionali e interventi in caso di calamità naturali, coordinate dalle strutture sovracomunali di Protezione Civile.

Andrea Diatribe

© Riproduzione riservata