Un ritorno alle origini, così titola la locandina in vista della festa della Ciarma, in programma martedì Primo Maggio. Una ricorrenza che unisce sacro e profano, con la celebrazione della festa patronale della borgata e della festa di primavera a cura degli alpini. Negli ultimi anni la manifestazione aveva mantenuto la parte religiosa ma aveva visto una differente organizzazione per la parte civile. Ora, grazie alla collaborazione tra diverse realtà associative, è stato possibile riproporre la festa con un programma  che segna il ritorno alle origini. A fianco degli alpini, ci sono i volontari Aib, quelli della Protezione Civile Valmessa e della Pro Loco e non manca il patrocinio del Comune. Il programma prevede, alle 11,  la celebrazione della Messa in onore della patrona (la Madonna della Divina Provvidenza) e a seguire il pranzo comunitario a base di polenta, salsiccia e spezzatino. I festeggiamenti proseguono nel pomeriggio con la lotteria, musica e canti giochi e l’intrattenimento per i più piccoli. Per informazioni, contattare Remo (338 6663164), Paolo (347 7776293) oppure la Pro Loco (347 6259875).

Stefano Grandi

© Riproduzione riservata