I piedi dei pellegrini tornano a solcare le strade della Valle di Susa. C’è qualcosa di straordinario e, insieme, di molto normale nella famiglia di papà Michel e mamma Claire partiti da Montaigu de la Vande, nei dintorni di Nantes, con i loro 7 figli: Marie (8 mesi), Marte (2 anni), Philipe (4 anni), Theonille (6 anni), Barthelemy (8 anni), Montfort (10 anni) e Flavie (12 anni) a cui si aggiunge l’ottava, Sixtine (18 anni), costretta dalla disabilità a rimanere in Francia.

Il primo tratto, fino a Oulx, lo hanno affrontato in pullman. Poi la discesa a piedi a Susa (al Rosaz) e a Bussoleno (nella parrocchia di Foresto). Lunedì 29 la tappa a Sant’Antonino dove il parroco don Sergio Blandino ha allestito la Casa del Pellegrino. “Qui ogni anno – spiega– approdano 150 pellegrini, arrivano da diversi luoghi e sono diretti ad Assisi, Roma, qualcuno a Gerusalemme oppure a Santiago di Compostela. Con l’epidemia tutto si era fermato ma da oggi il cammino riprende”.

Dove è diretta questa famiglia numerosa e allegra? “La meta è Roma… se Dio vuole”, risponde Michel.

(nella foto, la famiglia con don Sergio Blandino nella chiesa di Sant’Antonino)

Servizio su La Valsusa di giovedì 2 luglio

© Riproduzione riservata