“Ma chi sarà mai il fortunato vincitore?” si chiederanno in molti. Una cosa è però sicura: la dea bendata ha baciato Sant’Antonino e in particolare la tabaccheria di Roberto Vesco, in via Moncenisio 92.

In un paesino di poco più di 4200 abitanti, proprio in questa tabaccheria è stato venduto un biglietto vincente di terza categoria della Lotteria Italia, da 25 mila euro (codice M 070349), estratto ieri, domenica 6 gennaio.

Biglietto Lotteria Italia Sant'Antonino vincente

La matrice del biglietto vincente M 070349

Sono due anni consecutivi di vincita per due piccoli comuni, distanti poche decine di chilometri: lo scorso anno era toccato a Rosta, anche se la somma era enormemente superiore (1 milione e 500 mila euro), mentre quest’anno è stato il turno di Sant’Antonino.

“La fortuna passa di qui spesso”, ha commentato contento Roberto Vesco, che, dal 2007, insieme al papà Michele, la mamma Melina e la sorella Elena, gestisce la tabaccheria. Infatti molti premi sono già stati vinti grazie ai vari giochi Gratta e vinci e Lotto: due volte 500 mila euro e sei volte 10 mila euro, per citare le vincite più alte. È però la prima volta che vendono un biglietto vincente della Lotteria Italia.

Tabaccheria Roberto Vesco 2

I tabaccai Elena e Roberto Vesco, con la matrice del biglietto vincente

Alla fatidica domanda su chi sia il proprietario del biglietto fortunato, rispondono: “È difficile dirlo, perché il traffico in negozio è tanto e la nostra clientela arriva da molti paesi”. Tra gli oltre 500 biglietti che sono stati venduti dalla tabaccheria, si trova il proprietario dei 25 mila euro.

Quindi la curiosità rimane sempre: “Ma chi sarà mai il fortunato vincitore?”.

Andrea Diatribe

© Riproduzione riservata