Sabato 8 maggio, dopo mesi di chiusura, riaprirà al pubblico, in una veste totalmente rinnovata, la pinacoteca “Giuseppe Augusto Levis” di Chiomonte.

Ospitato nelle sale del cinquecentesco palazzo già Paleologo di Chiomonte, il museo accoglie un nucleo di opere realizzate dall’artista chiomontino durante i primi vent’anni del Novecento, accanto alla neonata collezione etnografica.

Il Comune di Chiomonte, con la collaborazione delle associazioni Arteco e L’Eigo y Cuento, intende dare una visibilità nuova a questo patrimonio, in memoria di Paolo Nesta, storico dell’arte impegnato in numerosi studi sulle bellezze della Valle di Susa e già conservatore della Pinacoteca Levis, scomparso prematuramente nel 2019.

Il nuovo allestimento, oltre a illustrare il percorso artistico di Levis, ne testimonia l’attenzione pittorica nei confronti della terra natia e ricostruisce il contesto nel quale soggiornava.

Le associazioni stanno anche predisponendo un calendario di attività, calibrato in base all’andamento della pandemia Covid-19, per portare i diversi pubblici alla scoperta dell’artista valsusino attraverso percorsi guidati tematici e attività educative dedicate alle famiglie, in collaborazione con gli altri sodalizi del territorio.

Sabato 8 maggio è previsto l’evento di apertura, su prenotazione e con ingresso gratuito. L’altra novità che riguarda la pinacoteca, tra aprile e maggio, è l’inizio della residenza artistica di Arianna Arcara, del collettivo Cesura, invitata a Chiomonte per realizzare un progetto fotografico dedicato al paesaggio naturale e sociale della Valle di Susa, con un’attenzione particolare a luoghi e soggetti del secolo scorso rappresentati nelle opere del pittore Giuseppe Augusto Levis.

Lo scopo è far sì che il patrimonio storico artistico diventi strumento per riflettere sull’oggi.

La serie fotografica andrà ad ampliare le collezioni civiche del museo e sarà presentata in una mostra personale nel prossimo mese di ottobre. Per informazioni e prenotazioni visitare la pagina https://www.facebook.com/PinacotecaLevis.

Sara Ghiotto

© Riproduzione riservata