La Sacra di San Michele è uno dei monumenti
che si possono votare
nel censimento dei luoghi italiani da non dimenticare
promosso dal FAI

Giunto alla sua decima edizione, il censimento del Fondo Ambiente Italiano permette di scegliere “I Luoghi del cuore”.

Tutti i cittadini, in Italia e all’estero, sono chiamati a votare i luoghi italiani che amano di più e che vorrebbero vedere tutelati e valorizzati.

Quest’anno è possibile indicare il “luogo del cuore FAI” fino al 15 dicembre. Il FAI ha previsto, inoltre, due premi speciali dedicati alle bellezze dell’Italia sopra i 600 metri e, in piena emergenza Coronavirus, ai luoghi storici della salute.

Dice il Rettore della Sacra di San Michele don Claudio Papa. “La Sacra di San Michele si candida tra le meraviglie architettoniche e religiose d’Italia. Invitiamo quanti la amano a partecipare a questo censimento”. Si può votare cliccando sul link del sito Fai.

“I luoghi del cuore FAI” è un censimento che viene organizzato ogni anno dal Fondo Ambiente Italiano con Intesa Sanpaolo, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio del Mibact. Tra i luoghi da votare quest’anno ci sono case montane, sentieri secolari, chiesette e castelli arroccati sulle vette. Ma anche farmacie storiche o ospedali nati nel Rinascimento. Il vicepresidente esecutivo del Fai, Marco Magnifico, in occasione della conferenza web ha annunciato anche la riapertura dei beni del Fai a fine mese. “In questi due mesi di quarantena gli italiani sembrano aver riscoperto quanta voglia di Italia hanno. I luoghi del cuore incarnano questo amore, spesso campanilistico, un po’ come siamo noi”. Ai tre luoghi più votati andranno 50, 40 e 30 mila euro di finanziamento. Inoltre 20 mila euro ai vincitori delle classifiche speciali e il luogo del cuore più caldeggiato via web sarà protagonista di un video a cura della Fondazione.

© Riproduzione riservata