Con l’evento di domenica 13 aprile si è confermato l’orientamento al comparto agricolo e zootecnico della tradizionale fiera di San Giorgio caselettese. Una fiera in cui gli organizzatori hanno limitato le bancarelle più tipicamente “da mercato” per dare spazio ai prodotti artigianali, a quelli agricoli e a chilometri zero e soprattutto agli animali.

Due le aree dedicate all’esposizione degli animali

Tanti gli esemplari esposti nel prato verde a lato di via Val Della torre fra bovini, equini, ovini e suini presentati dagli allevatori locali a fianco dell’esposizione di trattori e macchine zootecniche adiacente. Senza tener conto dei capi di Pezzata Rossa in gara che avevano preso posizione già sabato sotto alle tensostrutture allestite nel piazzale degli Alpini, adiacente al camposanto.

La 4° mostra regionale della Pezzata Rossa Italiana

Alla competizione hanno preso parte sei aziende agricole per un totale di trentadue capi. Già al mattino si era svolta, in sala Italia 150, l’assemblea regionale degli allevatori della Pezzata Rossa, razza che in Piemonte vale 10.000 capi distribuiti su 3.200 allevatori.

Articolo completo su La Valsusa del 18 aprile 2019.

Paola Bertolotto

© Riproduzione riservata