La Strada Reale dei vini torinesi ha un nuovo Presidente: è l’imprenditore vitivinicolo canavesano Alessandro Comotto, socio dell’azienda “La Masera” e vice presidente del Consorzio di tutela e valorizzazione dei vini DOCG Caluso, Carema e Canavese DOC. Lo ha eletto l’assemblea dei soci della Strada, che si è riunita nel pomeriggio di lunedì 14 maggio a Palazzo Dal Pozzo della Cisterna, sede aulica della Città Metropolitana di Torino, Ente socio fondatore della Strada.

Comotto succede all’imprenditrice valsusina del settore alberghiero Patrizia Ferrarini, che continuerà a far parte del Direttivo dell’associazione. Il nuovo presidente ha auspicato una maggiore sinergia tra Strada Reale e l’Enoteca Regionale di Caluso, in un momento in cui le risorse per nuove iniziative promozionali sono ridotte ed occorre evitarne la dispersione. Comotto ritiene che la “mission” della Strada consista nell’accompagnare i territori vitivinicoli nella crescita della loro visibilità e della professionalità degli operatori. Occorre “vendere” il territorio, nel senso di proporre agli enoturisti e ai consumatori dei grandi centri urbani del Nord Italia un’esperienza che vada ben al di là della semplice degustazione del vino e ne “racconti” le radici materiali e culturali. Il nuovo Presidente ha proposto di creare una squadra di consiglieri e di soci che rappresenti i quattro territori vitivinicoli torinesi e tutte le categorie – produttori vitivinicoli, albergatori e ristoratori – che hanno dato vita alla Strada. Del nuovo consiglio direttivo faranno parte Ezio Giajper la zona del Pinerolese, Patrizia Ferrarini per la Valle di Susa, Fabrizia Godone per il Canavese e Stefano Rossotto per il Chierese e la collina torinese.

IL BILANCIO DEL 2017

L’assemblea si è aperta con la relazione della Presidente uscente, che ha ringraziato la Città Metropolitana per il contributo finanziario e organizzativo garantito all’associazione negli ultimi dieci anni. Oggi che la situazione della finanza locale non consente più all’area vasta di erogare contributi in denaro, la Città Metropolitana continua ad assicurare la segreteria organizzativa della Strada, mettendo a disposizione alcune professionalità e la sede legale. L’assemblea dei soci ha approvato il bilancio consuntivo del 2017 e il preventivo del 2018. La Presidente Ferrarini ha ricordato che nel 2017 l’impegno del Direttivo è stato orientato ad una serie di iniziative promozionali di ampio respiro e al consolidamento della comunicazione sugli eventi e sulle peculiarità delle quattro principali aree vitivinicole del territorio metropolitano: Canavese, Chierese e collina torinese, Valle di Susa e Pinerolese. La Strada ha collaborato con i Comuni, la Camera di commercio e altre realtà associative nell’organizzazione di eventi enoturistici e sta per dotarsi di nuove pubblicazioni promozionali. Il portale Internet www.stradareale.it, la pagina Facebook e gli account Twitter e Instagram sono i canali sui quali sono state prevalentemente pubblicate e condivise le news su eventi, iniziative e proposte turistiche. In occasione della manifestazione “Portici di vino” organizzata dalla Camera di commercio, nella tensostruttura di piazza Vittorio Veneto è stata organizzata una presentazione della Strada Reale e dei pacchetti METE, con una degustazione guidata. L’associazione ha coinvolto i produttori di vino nella manifestazione “Gusto in quota” a Sestriere e ha contribuito al circuito “Andar per Castelli”, promosso dall’associazione “Nati per Sorridere”, nei castelli di Moncrivello, Candia, San Giorgio Canavesee Pavone.

© Riproduzione riservata