Prima le difficoltà burocratiche, poi la fusione dei servizi socio assistenziali della Val Sangone con quelli della Val di Susa e, dulcis in fundo, la pandemia.

Con il miglioramento di quest’ultima, forse, si sono esauriti gli ostacoli che la sfortuna ha fin qui fatto trovare al progetto che prevede la ristrutturazione della vecchia sede della comunità Il Colibrì, ospitata “temporaneamente” da ormai 11 anni in quello che fu il corpo di guardia della Polveriera di Sangano.

La scorsa settimana sono infatti iniziati i primi lavori in via Pinerolo- Susa.

Articolo completo su La Valsusa del 3 giugno.

 

© Riproduzione riservata