È una storia di solidarietà e gratitudine quella che lega Sangano e Susa; uno di quei racconti che scaldano il cuore e che lasciano intendere che, se resteremo uniti (ma distanti), ce la faremo. Tutto è nato da un messaggio che il dottor Alfredo Monaco, ex consigliere regionale giavenese e chirurgo in forza all’ospedale segusino, condivise, tempo fa, con alcuni suoi contatti.

Poche righe per spiegare come un suo collega, lo pneumologo e specialista in Chirurgia toracica Lucio Leggio, si fosse di fatto trasferito a vivere all’interno del nosocomio, non soltanto per tutelare moglie e figli da un possibile contagio, ma anche per essere più rapido nell’intervenire in caso di necessità.

Il messaggio terminava sottolineando come il medico dormisse all’interno di uno stanzino, quasi uno sgabuzzino, su una scomoda poltrona.

L’implicita richiesta di aiuto è arrivata ad Alessandra Miglio che, insieme al marito, Gianfranco Pè, gestisce, in via Cuminalunga a Sangano, il mobilificio “Gruppo Pè Arreda”.

Gianfranco Pè e Alessandra Miglio

Gianfranco Pè e Alessandra Miglio

“Abbiamo controllato in magazzino e ci siamo resi conto che avevamo una rete e un materasso pronti per la consegna — spiega la signora Miglio, che in passato ha ricoperto anche il ruolo di consigliera di minoranza in Comune — Così, abbiamo avvertito il dottor Monaco che avremmo fatto la consegna nel più breve tempo possibile. Tutto qua”.

Servizio su La Valsusa del 16 aprile.

Alberto Tessa

 

LEGGI LA VALSUSA SUL WEB. È GRATIS FINO A FINE MAGGIO

Vuoi leggere il giornale ovunque, a qualsiasi ora, sul tuo computer, tablet o telefono? Prova a consultare la nostra edizione digitale, è in tutto e per tutto uguale alla versione cartacea ma ha molte funzioni in più.
Tramite il browser internet preferito, all’indirizzo: “lavalsusa.ita.newsmemory.com“
oppure, su “Google Playstore (TM)” o su “Apple Store (TM)”, scarica l’app “Valsusa FISC”
Registrati e potrai leggere il nostro giornale gratuitamente fino a fine maggio.

© Riproduzione riservata