In un momento storico durante il quale le buone notizie si contano sulle dita di una mano, la nascita di un bimbo può scaldare il cuore di un’intera comunità, oltre che portare gioia e allegria alla famiglia di cui fa parte.

Ma la nascita del sanganese Ludovico Casassa Mont è fuori dall’ordinario anche per un altro motivo: il piccolo è infatti nato in casa e la mamma, Cinzia Alessio, 30 anni, è stata aiutata dal papà del bimbo, Alessandro, 37 anni, e da tre ostetriche: Giusi Quartararo, Sabrina Bocchi e Roberta Giovanelli.

“Il Coronavirus non c’entra niente con la scelta di fare nascere in casa Ludovico — spiega mamma Cinzia — Ero già seguita dal Servizio di parto a domicilio dell’ospedale Sant’Anna di Torino e anche quando il servizio è stato sospeso a causa della pandemia, abbiamo comunque scelto di portare avanti questa decisione, prendendo contatti con alcune ostetriche private”.

La signora Alessio, che è già madre di un bimbo e di una bimba, ha rotto le acque alle due del mattino di sabato 25 aprile, anche se il travaglio vero e proprio è iniziato intorno alle 11 e il piccolo Ludovico è venuto al mondo alle 14,45.

Servizio su La Valsusa del 30 aprile.

Alberto Tessa

Ostetriche

La squadra di ostetriche che ha assistito Cinzia Alessio durante il parto

 

© Riproduzione riservata