Giovedì 6 giugno, penultimo giorno di scuola, numerosi studenti del Liceo “Vito Scafidi” di Sangano hanno vivacemente protestato contro l’assenza di una palestra all’interno della loro struttura.

Per frequentare le ore di Educazione fisica, infatti, i ragazzi si devono spostare nella palestra della scuola secondaria di primo grado o nella sala polifunzionale “Pagoda”, distanti alcune centinaia di metri, con tutto ciò che ne consegue in termini di sicurezza e di dispendio di minuti preziosi.

All’inizio di ogni anno scolastico è inoltre un’impresa riuscire a “incastrare” le ore di ginnastica degli allievi delle medie con quelle dei liceali e con eventuali necessità di utilizzo della Pagoda da parte delle associazioni sanganesi.

Liceo Scafidi Sangano

 

Servizio su La Valsusa in edicola da giovedì 13 giugno.

Alberto Tessa

© Riproduzione riservata