Nella notte fra il 18 e il 19 giugno scorsi, alcuni ladri si introdussero all’interno della scuola dell’infanzia di via Gino e portarono via un vecchio pc portatile, una macchina del caffè e qualche spicciolo trovato qua e là.

Il Comune sostituì le serrature danneggiate e cambiò gli armadietti del personale che furono forzati durante la ricerca di chissà quale tesoro.

La notizia del furto mise però in moto una gara di solidarietà fra i genitori dei bimbi che frequentano la scuola sanganese.

Il promotore dell’iniziativa era Gaetano Cipriani, un papà che pensò di mettere a disposizione il suo conto corrente per raccogliere le offerte in denaro.

Ebbene, a distanza di tre mesi esatti dal furto, il signor Cipriani ha prelevato il denaro raccolto, 325 euro in tutto, frutto delle donazioni di una trentina di genitori, e si è recato a comprare un nuovo pc portatile, trovato in offerta in un noto negozio del Torinese.

Il denaro, sebbene non tantissimo, si è rivelato sufficiente per l’acquisto sia del pc sia di una borsa “tecnica” per trasportarlo e riporlo.

Il nuovo acquisto sarà consegnato alla dirigente dell’Istituto Comprensivo “Trana”, la professoressa Rosa Berardi, che poi ne cederà l’utilizzo alle insegnati della scuola dell’infanzia sanganese.

Alberto Tessa

© Riproduzione riservata