Qualcuno parla di una via Bonino ormai “cammellata”, altri invece li elogiano per il loro ruolo, fatto sta che, in paese, sono diventati il tormentone agostano: stiamo parlando dei sette dossi posizionati nella via del Municipio, dall’incrocio semaforico con via Pinerolo- Susa fino alla rotonda dedicata a Silvano Converso.

In realtà, dei sette rallentatori di velocità (questo è il loro nome corretto) soltanto due non esistevano prima, quelli posizionati nelle immediate vicinanze del Comune, mentre gli altri sono stati soltanto sostituiti in seguito all’ultima asfaltatura di via Bonino, avvenuta alcune settimane fa.

La polemica, come avviene sempre più spesso, è stata tutta (o quasi) social, con il gruppo di paese che è stato preso d’assalto, con foto e video, da automobilisti inalberati per dei dossi che, oltre a essere più numerosi, sarebbero, a loro dire, anche più “duri” e metterebbero alla prova le sospensioni delle migliori auto.

Va da sé che la richiesta di costoro è una sola: la rimozione o, quanto meno, la diminuzione del numero dei rallentatori. “Non se ne parla nemmeno”, li gela il sindaco, Alessandro Merletti.

Articolo completo su La Valsusa del 29 agosto.

Alberto Tessa

© Riproduzione riservata