Cultura

Sangano, tornano le ricette della dottoressa Pilan e questa volta sono tutte natalizie

Un medico che si occupa di ricette non dovrebbe fare notizia, a meno che non siano ricette… di cucina, come nel caso del nuovo, gustoso libro curato (è il caso di dirlo) da Daniela Pilan (aiutata dalle figlie, Erika e Beatrice Di Murro), che questa volta è tutto incentrato sul Natale. Com’era già accaduto con “Quaranta giorni da chef”, quando, durante il primo lockdown, la dottoressa Pilan, medico di famiglia sanganese, invitò tramite social le persone a condividere le loro ricette di punta, anche con “Le ricette di Natale” (Impremix Edizioni, 260 pagine, 25 euro) le vere protagoniste sono le persone comuni, anche se non mancano importanti interventi di grandi chef, alcuni pure stellati, che hanno voluto dare una mano al progetto della dottoressa di Sangano con i loro consigli e i loro “segreti”.

Il sottotitolo del nuovo ricettario è lo stesso del precedente: “Cucinare fa (del) bene”, parole che possono essere lette da diversi punti di vista, non ultimo l’aiuto tangibile, economico che questo libro (come l’altro) porterà ad alcune persone in difficoltà.

Non un solo euro, infatti, al netto delle spese, resterà nelle tasche delle curatrici, perché tutto il ricavato sarà devoluto al Progetto Protezione Famiglie Fragili. Si tratta di un’iniziativa che viene svolta in collaborazione con la rete oncologica e rappresenta un progetto distrettuale dell’Asl To3 seguito dalla dottoressa Daniela Zanella (che peraltro ha partecipato alla realizzazione del libro, fornendo una ricetta).

Lo scopo è quello di facilitare la costruzione di una rete di supporti assistenziali, psicologici e sociali volti al sostegno delle famiglie fragili che affrontano l’esperienza della malattia oncologica di un loro componente. Per “famiglie fragili” si intende un nucleo familiare in cui siano presenti minori, adolescenti o giovani adulti in difficoltà, disabili, soggetti con disagio psichico, soggetti alcolisti e/o tossicodipendenti.

Sono davvero felice del lavoro che abbiamo fatto e orgogliosa di tutte le persone che ci hanno scritto, inviandoci via mail le foto delle loro ricette natalizie con le relative spiegazioni, un lavoro che non poteva non essere dedicato all’amica e collega giavenese Elisabetta Vienna, scomparsa lo scorso anno”, dice la dottoressa Pilan, che aggiunge: “Ci tengo a ringraziare l’editore Impremix per la caparbietà con cui ha sostenuto il progetto, nonostante l’aumento folle del costo delle materie prime, carta compresa”.

Ma dove si può acquistare il libro? “È in vendita in numerosi esercizi commerciali di Sangano. Domenica 13 novembre, inoltre, sarò presente tutto il giorno con un banchetto alla Fiera di Bruino. Altrimenti basta inviare una mail a: ricettesolidali@libero.it” Alcune copie sono disponibili anche negli uffici di Susa e Giaveno del nostro giornale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Visualizza l'informativa privacy. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.