Chi era Renato Sclarandi? Forse la descrizione migliore di questo giovane sottotenente degli Alpini, morto nel campo di concentramento di Hammerstein nel 1944, a soli 25 anni, l’ha data, sabato 30 novembre, il nipote, Luca Sclarandi: “Egli era un uomo che portava la luce della speranza nell’oscurità delle baracche del lager in cui era prigioniero”.

Sabato scorso, il Comune di Sangano e il locale Gruppo Alpini guidato da Mario Correndo hanno voluto onorare la memoria di Renato inaugurando una targa commemorativa apposta sotto l’indicazione della via a lui dedicata nel piccolo paese della Val Sangone.

Renato Sclarandi

Il prof. Ettore Deodato, docente dell’Università di Poznan, in Polonia, che da anni indagava sull’omicidio, a sangue freddo, di Sclarandi, ucciso con un colpo di arma da fuoco sparato alle spalle da una guardia del campo ha inoltre affermato: “Dopo molti anni, siamo finalmente riusciti a risalire all’identità dell’assassino”.

Servizio su La Valsusa del 5 dicembre.

Alberto Tessa

© Riproduzione riservata