La vita è sempre più dura per i maleducati che abbandonano rifiuti dove non si dovrebbe.

Lunedì 1° marzo, il sindaco di Sangano, Alessandro Merletti, ha infatti dato notizia della “fotocattura” di un uomo che, nottetempo, aveva lasciato un ingombrante sacco contenente rifiuti di plastica accanto (e non dentro) al bidone apposito.

L’uomo in questione, un residente del luogo, dopo essere stato identificato grazie al numero di targa immortalato dalla fototrappola nascosta nei pressi dell’isola ecologica, è stato convocato in Comune, dove il comandante della Polizia Municipale, Paolo Di Murro, gli ha appioppato una salata sanzione amministrativa.

Lui si è giustificato dicendo che il bidone era già pieno, ma anche se così fosse stato avrebbe potuto cercarne un altro libero, oppure portare la sua immondizia all’ecocentro di Trana durante gli orari di apertura: la plastica non puzza, dunque avrebbe potuto tenersela tranquillamente nel bagagliaio per qualche ora in più”, spiega il primo cittadino.

Il ritiro della plastica da parte dei veicoli della Cidiu, infatti, non prevede che il netturbino scenda dal camion per raccogliere eventuali sacchi solitari. La procedura è automatizzata e la raccolta viene fatta grazie a un braccio meccanico che solleva la campana e la svuota all’interno del cassone.

Servizio su La Valsusa del 4 marzo.

Alberto Tessa

Immagine di repertorio

© Riproduzione riservata