È da dieci anni che il vulcanico Gianfranco Accastello realizza un presepe nel pronao della piccola cappella di San Lorenzo, nella via omonima di Sangano.

Quest’anno, tuttavia c’è una novità: la Santa Famiglia è infatti ospitata al riparo di un pianoforte risalente alla fine del XVIII secolo e appartenente alla collezione privata (che, in realtà, è un piccolo museo visitabile su richiesta, in tempi normali) di Accastello medesimo.

Il pianoforte è molto antico, ma è arrivato in condizioni disastrose; difficilmente riprenderebbe a suonare bene, anche dopo pesanti e costosi interventi. È però ancora esteticamente bello, perciò ho deciso di donargli una seconda vita“.

Il presepe, trovandosi all’esterno, può essere ammirato in tutta sicurezza ancora per qualche giorno, dopodiché sarà smantellato per essere riproposto, magari con altre novità, il prossimo Natale.

© Riproduzione riservata