L’iniziativa del “caffè sospeso” promossa da nove bar di Sant’Antonino ha permesso di acquistare mascherine chirurgiche e FFP2 per l’Istituto Comprensivo Centopassi.

L’iniziativa, messa in piedi a luglio 2020, ha come scopo la solidarietà, ispirandosi alla tradizione d’origine napoletana del caffè pagato per chi non se lo può permettere. In ogni bar vengono messi a disposizione 20 caffè: la prima volta, lo scorso dicembre, con gli importi avanzati dai caffè non consumati è stato acquistato del materiale didattico, per un valore di 250 euro e questa volta, con i 110 euro di avanzo, i bar hanno invece optato per le mascherine, acquistate dalla farmacia di Sant’Antonino e consegnate poi alle scuole di Sant’Antonino per i loro studenti, compresa quella dell’infanzia.

I bar che aderiscono all’iniziativa, che non si ferma e prosegue a pieno ritmo, sono Il Provenzale, Caffè 500, Profumo di Té, Km 0, Bar della Piazza, Gran Central Café, Bar Botto, Nostus, Bar Caffè Anna. La solidarietà e l’altruismo esistono ancora, per fortuna, e questo di Sant’Antonino è un esempio lodevole.

Andrea Diatribe

bariste2

Alcune bariste dell’iniziativa, in una foto scattata a luglio dello scorso anno

© Riproduzione riservata