È passato un anno dalla più grande emergenza incendi degli ultimi quarant’anni in Valsusa. Un anno in cui, al di là delle consuete attività di formazione ed esercitazione antincendio, i volontari Aib si sono spesi nell’opera di prevenzione, manutenzione della viabilità forestale e realizzazione di punti acqua in quota.

Il progetto era iniziato già nel 2016 in accordo con l’amministrazione comunale: sono stati eseguiti lavori che hanno portato alla realizzazione di un idrante in località Presa Casel, a quota 1100 metri, ed un altro alla fine della diramazione della strada che conduce alla borgata Comettera a quota mille metri, lungo la carrozzabile Pian Palmero – Presa Billia.

I volontari hanno rimosso la vegetazione, effettuato gli scavi per intercettare le condotte dell’acquedotto e predisposto le aree sulle quali, ad opera del Comune, sono stati realizzati i pozzetti e gli idranti antincendio.

In località Presa Casel, inoltre, al termine della pista forestale che conduce al movimento franoso individuato nel 2000, è stata predisposta un’area su cui allestire una vasca antincendio mobile per approvvigionare gli elicotteri.

Articolo completo su La Valsusa del 25 ottobre.

Carmen Taglietto

© Riproduzione riservata