Dopo una lunga e sofferta malattia, nella mattinata di lunedì 8 gennaio è mancato, a soli 58 anni, Ivan Davriù. Con la sua scomparsa la musica valsusina perde un’importante figura.

Conosciuto e stimato, sorridente e dalla battuta pronta, Ivan ha lavorato per molti anni come operaio alla Mecaplast di Beinasco, fino all’aprile del 2017 quando è andato in pensione. Ivan Davriù era conosciuto per la sua passione per la musica: è stato un abile batterista, che ha suonato tanti anni nella Società Filarmonica Santa Cecilia di Sant’Antonino, nella tribute band Senso Unico e in svariate orchestre di liscio. Nel tempo libero, oltre a dedicarsi alla musica, gli piaceva costruire, aggiustare oggetti e fare modellini.  Il figlio Mattia è vicemaestro della Società Filarmonica Santa Cecilia e maestro della Società Filarmonica di Mattie. Per di più Mattia è stato collaboratore per anni del nostro giornale La Valsusa e per questo la redazione del giornale esprime affetto e vicinanza a lui e alla famiglia.

Ieri, nel pomeriggio di mercoledì 10 gennaio, si sono svolti i funerali con la partecipazione delle bande musicali di Sant’Antonino e Mattie.

 

Andrea Diatribe

© Riproduzione riservata