Il Covid 19 si può sconfiggere eccome, anche alla corte di Adelaide.

Infatti, domenica 22 marzo è finalmente ritornato a casa, dopo una settimana di ricovero all’ospedale cittadino, quello che si potrebbe anche definire il paziente uno di Susa: lui è Daniele Pedrazzi, detto Lele, quarant’anni, titolare del famoso ristorante L’Osteria della Marchesa.

Gli abbiamo chiesto di raccontarci la  storia della sua vittoriosa battaglia contro il Coronavirus.

“Tutto è cominciato mercoledì 11- ci dice Daniele al telefono- quando mi sono accorto di avere la febbre. Avevo anche un po’ di tosse e mi bruciavano i bronchi. Il mio medico mi ha detto che sembrava una normale influenza. Però, passato due o tre giorni, la situazione non andava migliorando. Così, d’accordo con il dottore, ho chiamato i numeri dell’emergenza Covid 19, e, rispondendo alle varie domande, ho detto che fino a pochi giorni prima avevo lavorato al ristorante, dove avevamo registrato un notevole afflusso di clienti…Così, compilato il foglio apposito, domenica 15 mi sono recato alla tenda davanti all’ospedale. Qui, dopo avermi visitato, mi hanno ricoverato immediatamente in uno stanzone apposito, insieme ad altre persone che non stavano bene. Poi mi hanno fatto il tampone ed è iniziato il momento più pesante, l’attesa dell’esito, che è durata un giorno intero”.

Servizio su La Valsusa del 26 marzo.

Giorgio Brezzo

© Riproduzione riservata