Il Consiglio dei Ministri ha appena approvato un Decreto riguardante la scuola. Si tratta di un provvedimento molto atteso, in modo particolare da quegli studenti che attualmente frequentano le ultime classi delle medie e delle superiori.

Sono due gli scenari previsti:

  1. Si rientra a scuola il 18 maggio: in questo caso, forse un po’ troppo ottimista, gli studenti di terza media dovranno sostenere un esame che, ovviamente, tenuto conto del programma incompleto, sarà più leggero. Anche l’esame di maturità si terrà in forma “light”, ma seguendo lo schema dello scorso anno scolastico: una prova di Italiano uguale per tutti, una seconda prova che terrà conto dell’indirizzo di appartenenza e una verifica orale.
  2. Per quest’anno non si rientra più in classe (ed è questo lo scenario più probabile): gli studenti di terza media dovranno produrre una tesina che sarà valutata dai docenti. Non si terrà l’esame, ma si potrà comunque essere bocciati. L’esame di maturità sarà invece ridotto a un colloquio online. Gli studenti saranno tutti ammessi all’esame, ma si potrà comunque essere bocciati.

In ogni caso, si ricorda che le lezioni online che si stanno svolgendo in questi giorni sono obbligatorie e che saranno sospese, per le vacanze pasquali, da giovedì 9 a martedì 14 aprile compresi.

È infine probabile che l’inizio del prossimo anno scolastico sarà anticipato, in tutte le regioni d’Italia, al 1° o al 2 settembre.

© Riproduzione riservata