Una chiesa di Sant’Edoardo gremita ha accolto, domenica 1° marzo, la visita dell’arcivescovo delle Diocesi di Torino e di Susa, mons. Cesare Nosiglia che ha concelebrato la Santa Messa pomeridiana ai fedeli con il Parroco, don Giorgio Nervo.

Presenti alla funzione religiosa il sindaco di Sestriere, Gianni Poncet, e l’assessore Francesco Rustichelli che hanno parlato con l’arcivescovo confrontandosi sul difficile momento che il nostro Paese sta attraversando.

“È un momento difficile – ha spiegato mons. Nosiglia – E purtroppo c’è stato tanto allarmismo. Come già detto a Torino, lo ribadisco anche qui a Sestriere: non vi sono difficoltà insormontabili, bisogna avere forza e serenità. L’invito è quello di tornare alla normalità e fare quel che si è sempre fatto. Un problema sanitario a livello globale non deve diventare un’emergenza turistica. Dobbiamo avere fiducia, vivere e lavorare senza seminare paura e timore che non fanno bene a nessuno. Certamente il Governo deve sostenere il turismo in questo momento in quanto rappresenta una delle entrate più importanti della Nazione”.

Servizio su La Valsusa del 5 marzo.

© Riproduzione riservata