SESTRIERE. Sabato 7 e domenica 8 settembre a Sestriere torna il grande spettacolo delle moto in derapata con l’ultima prova del Campionato Europeo Supermoto della stagione che assegnerà i titoli europei della specialità.

Inserita nel calendario internazionale del Supermoto European Championship 2019, questa corsa, che rappresenta il modo più spettacolare di guidare una motocicletta, toccherà il territorio del Comune italiano più alto d’Italia (2.035 mt) e avrà uno sviluppo interamente su strade cittadine per circa 1.200 metri, fra tratti asfaltati e sterrati che rendono ancora più esaltante la guida di queste moto, con curve in successione, traiettorie obbligate, velocità non elevate e difficoltà nei sorpassi. Si sfideranno piloti provenienti da 11 nazioni oltre che dal Sud America.

I piloti arriveranno al Colle del Sestriere dopo la sfida che si è disputata in Spagna (Forcarei) lo scorso 24 agosto. Il francese Thomas Chareyre (TM Factory Racing Team) è il capofila in graduatoria ma anche il detentore del record di titoli conquistati con sette allori mondiali, l’ultimo appena poche settimane fa, e due europei, ed è proprio il transalpino il più temuto ma anche il più assaltato dalla concorrenza in gara, un pilota spettacolare quanto veloce e incisivo. Otto vittorie su otto manche disputate sinora, è il pilota da battere innanzitutto per il tedesco Markus Class (GER – Husqvarna – Phoenix Racing Team) che dalla seconda posizione in classifica lo incalza dalla prima gara ma senza mai portare a buon fine i suoi continui tentativi. Lo stesso vale per tutti gli altri che ancora non hanno avuto il piacere di gustare la vittoria. Per Chareyre il circuito di Sestriere non si presenta così espugnabile, dal momento che proprio la scorsa edizione il francese non riusci ad occupare il gradino più alto del podio, “consolandosi” con la conquista del titolo europeo.

Al via ci saranno alcuni dei migliori piloti italiani che saranno sicuramente tra i protagonisti: su tutti il vicentino Elia Sammartin (Honda – Phoenix Racing Team) il più temibile degli avversari dello “stivale” ma anche il marchigiano Diego Monticelli (TM Racing Factory Team), il forte pilota torinese Giovanni Bussei (SBD Union Bike) e tutti gli altri.

Come nelle precedenti prove, il confronto non riguarda solo la classe dei top riders ma continua con una speciale graduatoria riservata alla classe Lites Cup, stilata all’interno della classifica generale e riservata alle new entry e ai piloti “privati”, questo ha permesso a molti piloti di misurarsi con i top riders e nello stesso tempo di accedere ad una classifica e una premiazione riservata.

Special ranking anche per la nuova classe Junior Cup, riservata ai giovani piloti di età inferiore ai 21 anni che saranno protagonisti con un ordine di arrivo e una premiazione a loro dedicata.

Un evento indubbiamente interessante quindi, perché la giornata conclusiva di domenica ci consegnerà anche i nomi dei nuovi Campioni Europei Supermoto 2019.

Programma di gara

Sabato 7 settembre: 11,30 – 12,00 Prove libere; 14,00 – 14,30 Prove libere; 16,00 – 16,30 Prove cronometrate (qualifiche); 16,45 – 17,00 Camera on board

Domenica 8 settembre: 09,30 – 09,50 Warm-Up; 12,00 Gara 1; 14,30 Gara 2; 15,00 Podio gara e premiazioni finali.

© Riproduzione riservata