SESTRIERE-CORTINA. C’è una linea che unisce le due località italiane, quella dei Mondiali di sci alpino, in corso ai piedi delle Tofane, in progetto sulle Alpi valsusine.

Oggi, venerdì 19 febbraio, con una conferenza a Casa Italia FISI a Cortina è stata presentata la candidatura di Sestriere e della Regione Piemonte ai Mondiali FIS di Sci Alpino del 2029.

Il sindaco di Sestriere Gianni Poncet, l’Assessore allo Sport della Regione Piemonte Fabrizio Ricca, insieme al consigliere regionale Valter Marin, ed Evelina Christillin, testimonial d’eccezione, sono stati accolti dal sindaco di Cortina, Gianpietro Ghedina e da Flavio Roda, Presidente FISI, che ha appoggiato con favore la candidatura presentata per il 2029.

Roda:Una candidatura di prestigio per l’Italia dello sci alpino, che viene da un territorio ad alta vocazione sportiva e con una lunga tradizione di eventi spettacolari come i Mondiali del ‘97 e i Giochi Olimpici del 2006. La Federazione naturalmente supporta la candidatura e farà quanto possibile per farla avanzare in modo positivo .

Poncet:Sono veramente soddisfatto per questa candidatura Sestriere/Piemonte 2029 innanzitutto perché in questo difficile momento rappresenta un forte segnale di ottimismo che deve riportare Sestriere a rivivere le forti emozioni delle Olimpiadi del 2006. Inoltre utilizzando questo canale si potranno rinnovare le strutture logistiche e tecniche esistenti, lanciando una grande campagna di promozione che riporti sulle Montagne Olimpiche turisti da tutto il mondo”.

Ricca:Le montagne del Piemonte sono orgogliose di proporsi per questa candidatura. Ospitare i Mondiali FIS di Sci Alpino del 2029 sarebbe un successo ma anche una conferma che andrebbe a sottolineare le capacità organizzative del nostro territorio. La nostra Regione crede che i grandi eventi possano essere un fattore di crescita e traino per il territorio e per questo li supporta sempre. Gli sport invernali trovano in Piemonte la loro casa più naturale.

La candidatura è accompagnata da un ampio dossier che illustra le proposte per questo grande evento, un insieme di operazioni per far crescere la località e migliorare i servizi che poi saranno a disposizione di tutti gli utenti.

Un ampio servizio sarà disponibile sul prossimo numero de “La Valsusa”.

© Riproduzione riservata