Il Comune di Sestriere e la Sestrieres S.p.A. hanno firmato un accordo decennale per garantire l’innevamento programmato sino al 2030. Venerdì 11 dicembre 2020 l’atto, per garantire la produzione di neve programmata appena ci sia la possibilità, la necessità e compatibilmente con le condizioni atmosferiche. L’accordo riguarda gli impianti di innevamento presenti sul territorio per il 70% di proprietà della Sestrieres S.p.A. e per il 30% del Comune di Sestriere. Impianti che, nel complesso, rappresentano una preziosa assicurazione per l’economia e l’indotto dell’intero comparto turistico grazie proprio alla garanzia sull’innevamento delle piste del comprensorio sciistico della Vialattea, specificatamente sul territorio di Sestriere.

A siglare l’accordo, riferiscono dal Comune di Sestriere,  sono stati il Sindaco Gianni Poncet, il Vice Presidente della Sestrieres S.p.A., Gualtiero Brasso, ed anche il Sindaco di Sauze di Cesana, Maurizio Beria dal momento che parte dell’acqua per alimentare i bacini di innevamento viene immessa dal territorio di Sauze di Cesana. Presenti anche il vicesindaco di Sestriere, Francesco Rustichelli, l’assessore Maurizio Cantele e Luisella Bourlot, direttore generale della Sestrieres S.p.A.

A nome di tutta l’Amministrazione comunale – spiega il Sindaco di Sestriere Gianni Poncet – sono davvero molto soddisfatto dell’accordo siglato oggi con la Sestrieres S.p.A. Un’intesa che si rifletterà positivamente su tutta la popolazione di Sestriere: dagli operatori turistici agli albergatori, passando per commercianti, le scuole sci e tutti coloro che operano nella località. L’innevamento programmato garantirà per i prossimi 10 anni un futuro migliore per coloro che vivono e lavorano nella nostra stazione turistica. Una condizione fondamentale per porsi nuovi obiettivi di sviluppo e sono certo sia l’inizio di una rinnovata collaborazione per sostenere la candidatura ai Mondiali di Sci Alpino del 2029 passando per le prove di Coppa del Mondo e altri eventi top di caratura nazionale ed internazionale sulle piste di Sestriere. Ringrazio la Sestrieres S.p.A. e tutti coloro che hanno collaborato per il raggiungimento di quest’obiettivo strategico che ci aiuta a guardare in maniera più ottimistica al futuro a breve e medio termine”.

Siamo molto contenti di aver raggiunto un accordo di tale portata con il Comune di Sestriere – ha affermato Gualtiero Brasso Vice Presidente della Sestrieres S.p.A. – che, vista la durata decennale, ci permette di programmare attività e investimenti per i prossimi anni che riteniamo potranno avere una ricaduta positiva sul territorio. Ringraziamo l’Amministrazione Comunale, nella persona del Sindaco Gianni Poncet, e la sua Giunta per l’impegno profuso, la lungimiranza e la visione strategica a lungo termine con la quale ha affrontato la trattativa, il tutto nell’interesse degli operatori di Sestriere. Questo accordo dimostra come, se c’è la volontà delle parti, possa esistere una collaborazione tra Pubblico e Privato e come da tale collaborazione possano svilupparsi attività concrete e vantaggiose per tutti”.

Aperture per gli agonisti.

Oltre all’innevamento programmato, tema centrale, l’accordo prevede anche l’utilizzo di due piste che la Sestrieres S.p.A. metterà a disposizione degli atleti degli Sci Club che operano a Sestriere con scontistiche sugli skipass per coloro che fanno attività agonistiche riconosciute e che prevedono molte giornate di allenamento sulle piste. Nell’immediato, grazie alla firma dell’accordo, tutti gli Sci Club con base sull’intero comprensorio della Vialattea potranno allenarsi, nel rispetto delle norme di sicurezza, durante le imminenti vacanze natalizie usufruendo di piste e impianti che a breve entreranno in funzione a Sestriere, esclusivamente, per atleti degli sci club della Vialattea.

Sport e mondiali di sci.

E poi ancora si è parlato di creare un Comitato Organizzatore che porti alla candidatura ufficiale ai Mondiali di Sci Alpino del 2029 con il Comune di Sestriere, la Sestrieres S.p.A. e la Regione Piemonte che insieme ad altre realtà faranno parte della cabina di regia alla candidatura all’evento.

© Riproduzione riservata