Mercoledì 3 ottobre, alle ore 21, la stazione Valsangone del Soccorso Alpino è stata allertata per la chiamata di un escursionista in difficoltà sul sentiero che scende dal rifugio Balma, nel comune di Coazze. L’uomo a causa del buio ha perso l’orientamento. Gli uomini del CNSAS,  giunti alla partenza del sentiero, lo hanno trovato indenne nei pressi della sua auto che nel frattempo aveva raggiunto.
Giovedì 4 ottobre, alle ore 16,35, un’altra chiamata per la ricerca di un fungaiolo in zona Forno di Coazze. L’allerta dal 112  è giunta alla stazione Valsangone a intervento in via di risoluzione da parte dei Vigili del Fuoco.
Venerdì 5 ottobre, ancora una chiamata per una persona disorientata in zona Colletto del Forno. L’uomo ha contattato i carabinieri forestali che hanno passato la chiamata al 112.
Nel frattempo, l’uomo indenne ha raggiunto una borgata ed è rientrato autonomamente.
Alla luce di questi fatti, il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico esorta i frequentatori dei boschi a seguire alcune regole di base,che possono evitare incidenti:
  1. Non muoversi mai da soli
  2. Non avventurarsi in posti poco conosciuti
  3. Indossare scarponi o pedule da montagna
  4. Indossare abbigliamento adeguato
  5. Tenere conto delle ore di luce disponibili
  6. Non affidarsi al cellulare, poiché in molti casi non funziona

© Riproduzione riservata