Una vasta operazione della Guardia di Finanza in tutto il Torinese e non solo ho scoperto diverse videoslot manipolate. Coinvolte anche alcune “macchinette mangiasoldi” piazzate nei bar e locali ad Alpignano e Pianezza.

Il meccanismo fraudolento scoperto dai Finanzieri del Gruppo Torino era semplice ma sofisticato allo stesso tempo; le schede inserite nello slot sequestrate erano state modificate ad hoc in modo da essere totalmente scollegate alla rete dei monopoli e, in tal modo, impossibilitate a comunicare al fisco gli introiti percepiti.

In alcune circostanze, per non attirare le attenzioni delle forze di Polizia, gli apparecchi da divertimento erano stati ingegnosamente progettati per comunicare solamente a “singhiozzo” gli incassi, così da non far emergere anomalie sulle banche dati di controllo.

Importanti i numeri finali dell’operazione condotta dalla Guardia di Finanza di Torino2 milioni di euro l’evasione fiscale accertata, 150 gli apparecchi da divertimento cautelati, oltre 1 milione di euro le sanzioni comminate.

IMMAGINE DI REPERTORIO

© Riproduzione riservata