Al cinema teatro Cenisio di Susa, in corso Trieste, il sipario era già calato da tempo, purtroppo. Ma adesso si è spenta anche l’ultima luce.

Lunedì 22 giugno, nel tardo pomeriggio, è mancato infatti Alessandro Contin, Sandro per tutti, classe 1944.

È stato l’ultimo proprietario, insieme al fratello Franco, della mitica sala di proiezione segusina. Negli ultimi, travagliati anni, per problemi di salute, Sandro era stato costretto a muoversi sulla sedia a rotelle, e così a volte lo si poteva incontrare in giro, accompagnato e spinto, amorevolmente, dal fratello.

Contin

Sandro Contin

Sandro, per l’intera comunità segusina, ma anche per tutta la Valle, per decenni ha rappresentato, incarnandola, l’idea stessa di cinema. Lui arrivava da una un’antica tradizione di famiglia, che più di cento anni fa, 102 per l’esattezza, aveva preso le mosse allestendo una sala cinematografica, con tanto di galleria, in quello che era stato uno stallaggio vicino all’abitazione di famiglia, in un cortile adiacente a piazza del Sole, grazie ai nonni paterni, Antonio Contin e Francesca Scalafiotti, insieme ad altri soci, tra cui il famoso fotografo Andrea Bardi.

Ampio servizio su La Valsusa del 25 giugno.

Giorgio Brezzo

© Riproduzione riservata