Susa

Susa ha ritrovato le magiche notti del Torneo Storico

Tutto ha inizio, come di consueto, il venerdì: ad animare la serata sono i tamburini dei vari borghi che, con le loro esibizioni, hanno intrattenuto una piazza San Giusto gremita di gente. L’evento (così come nelle successive due giornate) è stato condotto magistralmente dallo storico presentatore Massimo Chianello, capace di intrattenere e divertire come solo lui sa fare.

Prima di iniziare con le esibizioni, entrano i protagonisti del Torneo: il Conte e la Contessa fanno il loro ingresso in piazza accompagnati dal corteo di sbandieratori e da una musica solenne; a sorreggere lo stendardo, come ogni edizione, un altro storico protagonista del Palio di Susa: l’immancabile alfiere Ugo Favro.

Ora è il momento dei tamburini, che quest’anno non verranno giudicati da una giuria, nessun vincitore: l’unico metro di misurazione del gradimento saranno gli scroscianti applausi del pubblico. Ecco dunque i sei borghi che si sono esibiti seguendo l’ordine stabilito dall’estrazione a sorte avvenuta la sera precedente.

Ampio servizio su La Valsusa del 28 luglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. Visualizza l'informativa privacy. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.