I ragazzzi con il Presidente Mattarella

C’era anche un gruppo di studenti del Liceo Norberto Rosa di Susa in viaggio sulla “nave della legalità”, dal 22 al 24 maggio. Un biglietto “conquistato” grazie al lavoro della classe II A dell’indirizzo Scienze Umane dello stesso liceo, che si è classificata al primo posto tra le scuole concorrenti di tutto il Piemonte al concorso “Follow the money. Da Giovanni Falcone alla Convenzione ONU di Palermo contro la criminalità organizzata transnazionale”.

A salutare gli studenti di tutta Italia in partenza da Civitavecchia alla volta di Palermo per visitare i luoghi legati alle note stragi di Capaci e di via D’Amelio, c’era anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

L’elaborato che ha consentito ai ragazzi valsusini di andare a Palermo è stato prodotto dalla classe coordinata dalla prof.ssa Erika Palillo e consiste in una ricostruzione della celebre “Agenda Rossa” di Falcone e Borsellino, documento in cui i giudici annotavano i nomi dei principali indagati. La classe è stata premiata giovedì 23 maggio nel Cinema Massimo di Torino, in occasione di una manifestazione organizzata per ricordare il 27° anniversario delle stragi di Capaci e di via D’Amelio.

La classe II A premiata a Torino

“Gli studenti – spiega Erika Palillo – hanno lavorato su alcuni materiali relativi alla storia di Palermo negli anni ‘80 e ‘90, in particolare in relazione al lavoro del pool anti-mafia che ha operato presso la squadra mobile di Palermo e che ha visto operare personaggi del calibro del giudice Falcone, del giudice Borsellino, del Consigliere Chinnici e degli ispettori Ninni Cassarà, Beppe Montana e Francesco Accordino. Quest’ultimo, unico superstite di quell’avamposto di eroi caduti nell’adempimento del loro dovere, e lo scrittore e professore Alessandro Chiolo, docente di filosofia e storia al Liceo di Brancaccio in Palermo, sono stati protagonisti di una conferenza organizzata al Liceo Norberto Rosa, momento particolarmente significativo di corredo al progetto in questione”.

 

© Riproduzione riservata