Sabato 20 febbraio, a partire dalle 10, oltre una trentina di “Fomne No Tav” hanno manifestato davanti all’ospedale di Susa per rispondere alle recenti dichiarazioni della nuova direttrice dell’Asl To 3, Franca dall’Occo.
Le donne anti-treno veloce hanno appeso uno striscione al cancello del nosocomio, recante la scritta “La salute non si vende, No alle compensazioni“. Poi hanno letto un documento in merito, che dopo è stato consegnato alla direzione sanitaria del presidio.
Servizio sul prossimo numero de La Valsusa.

© Riproduzione riservata