I Carabinieri della Compagnia di Susa hanno denunciato un rivenditore di auto della provincia di Torino per falso e truffa.

Le indagini sono scattate da un normale controllo alla frontiera, dove è stato fermato un Jeep Wrangler guidato da un italiano che circolava con targhe provvisorie tedesche risultate contraffatte.

Da accertamenti approfonditi anche la polizza assicurativa è risultata palesemente falsa.

Le indagini hanno inoltre permesso di appurare che il rivenditore aveva già venduto a numerosi clienti, presumibilmente ignari, altri veicoli con diverse targhe false, acquistate da un sito internet di targhe da collezione.

Secondo i primi accertamenti, si tratterebbe di una truffa del rivenditore, il quale, temendo forse di perdere la sua clientela a causa delle lunghe attese previste per le immatricolazioni delle auto provenienti dall’estero, avrebbe inventato l’escamotage delle targhe provvisorie fasulle, facendo circolare il cliente e rassicurandolo circa la liceità della condotta.

© Riproduzione riservata