Più che un blocco vero e proprio alla Torino-Lione la lettera di Conte a Telt pare piuttosto una trovata da “azzeccarbugli”, che consente al Governo gialloverde di tirare il fiato fino alle elezioni europee.

Per il  presidente della Regione Piemonte Sergio Chiamparino “la lettera di Palazzo Chigi a Telt parla esplicitamente di non fare partire i capitolati d’appalto lasciando aperto un piccolo spiraglio, non chiarissimo. E vedremo lunedì”. Per Chiamparino “è  come se il governo dicesse di far partire le manifestazioni di interesse sapendo già che i capitolati d’appalto non saranno mai affidati. E roba degna di una repubblica delle banane”.

Se i bandi partiranno anche se sono manifestazioni di interesse comunque è un piccolo passo in avanti, sapendo però sopra la decisione pende spada di Damocle grande come una casa. Dire che parte una manifestazione di interesse ma facendo capire che non ci saranno i capitolati d’appalto (questo dice la lettera per come me l’hanno riferita) è una situazione degna di un paese delle banane”, ha concluso il presidente del Piemonte.

© Riproduzione riservata