Il Governo abbassa la saracinesca dell’Osservatorio sulla Torino-Lione e mette “in libertà” Paolo Foietta? Nessun problema. L’ormai ex commissario di governo per la realizzazione della linea ferroviaria a a cui non è stato rinnovato l’incarico, continuerà ad occuparsi di Tav.

Su proposta del presidente Sergio Chiamparino, la giunta della Regione Piemonte ha assegnato all’architetto una collaborazione per svolgere “attività di presidio strategico e aggiornamento sugli sviluppi dell’adeguamento dell’asse ferroviario” negli ultimi mesi al centro del dibattito politico.

Da lunedì, l’architetto Foietta sarà in aspettativa dal Csi, ente di cui è dirigente, per svolgere il nuovo incarico, della durata trimestrale. Tra le attività affidategli, quella di mantenere in vita l’Osservatorio per la Torino-Lione e portarne avanti l’attività in qualità di portavoce.

© Riproduzione riservata