Un mese e otto giorni dopo aver indossato il casco da minatore ed aver visitato il cantiere Tav di Chiomonte, il vicepremier e leader della Lega Matteo Salvini, depone l’ascia di guerra e incassa la decisione del premier Conte di stoppare i bandi di gara della Torino-Lione. La sua è una dichiarazione laconica: “Non c’e’ nessuno che vince o che perde, la Lega governa perche’ vincano gli italiani”.

E’ l’altro contraente del governo e vicepremier, il pentastellato Luigi Di Maio a comunicare la buona notizia per il
Paese: il governo va avanti. Oggi abbiamo ottenuto un grande successo che é il rispetto del contratto di governo che non é un successo per una delle parti politiche ma per gli italiani”.

Per il deputato del Partito Democratico Maurizio Martina “Salvini si é  fatto mettere sotto da quelli della decrescita infelice. Niente cantieri, niente finanziamenti, niente occupazione. Un capolavoro dei sovranisti”.

© Riproduzione riservata