La Francia accelera sulla realizzazione della Torino-Lione.

La ministra dei Trasporti francese, Elisabeth Borne, ha lanciato il programma di studi per la realizzazione degli accessi francesi al tunnel trasnfrontaliero Lione-Torino.

In un comunicato, Borne sottolinea che “la Francia é risolutamente impegnata nel progetto di nuova linea Lione-Torino, che deve contribuire al trasferimento modale dalla strada alla ferrovia del traffico merci che attraversa le Alpi franco-italiane e ridurre così gli impatti ambientali sulle valli attraversate”.
“Questo progetto – si legge nel documento – consiste sianella realizzazione di una sezione transfrontaliera, che é oggetto di un trattato bilaterale ratificato nel 2017 e che beneficia per il 40% di un finanziamento europeo, sia di vie di accesso francesi al tunnel transfrontaliero. La realizzazione di questi accessi é  prevista dalla programmazione degli investimenti presentata nel progetto di legge di orientamento degli investimenti, all’esame del Parlamento”.

La ministra Borne annuncia quindi di aver “firmato la decisione ministeriale che chiede a SNCF di avviare fin d’ora il programma di studi mirante a precisare gli investimenti necessari per la realizzazione delle vie d’accesso, sia per la modernizzazione della rete esistente, sia per la realizzazione di nuove linee”.
Si tratta, per la Borne, di “una tappa importante nella preparazione della Francia alla realizzazione del nuovo itinerario internazionale fra Lione e Torino”.
Un “comitato di indirizzo” posto sotto l’autorità del prefetto della regione e di cui faranno parte le collettività interessate, seguirà la realizzazione del programma di studi. Un primo punto sullo stato di questo programma di studi e sul calendario di realizzazione sarà  pronto per l’estate 2019

© Riproduzione riservata