Rapina finita male?

No, anzi. È finita benissimo, visto che il pronto intervento dei Carabinieri ha sventato il colpo e ha portato all’arresto di due dei cinque rapinatori che oggi, mercoledì 8 maggio, verso le 13, hanno fatto irruzione nella filiale dell’Unicredit in piazza del Moro a Bussoleno con il volto coperto da maschere e pistola in pugno.

Hanno minacciato gli impiegati: “Dateci tutti i soldi”. Ma il colpo è andato in fumo: i Carabinieri della Compagnia di Susa sono intervenuti proprio mentre stavano costringendo il direttore della filiale ad aprire le cassette di sicurezza.

Due rapinatori, entrambi italiani di 65 e 53 anni, sono stati arrestati, tre sono riusciti a fuggire, scappando da un’uscita secondaria.

Nel pomeriggio è iniziata la “caccia all’uomo” per acciuffare i tre rapinatori fuggitivi. Anche un elicottero dei Carabinieri si è alzato in volo mentre sulle strade di tutta la provincia sono stati attivati posti di blocco.

L’operazione ha coinvolto una trentina di militari che, durante le ricerche, hanno rinvenuto due auto utilizzate dai rapinatori (una Giulietta bianca e una Bravo rossa che sono risultate rubate), una pistola giocattolo, e maschere gettate a terra dai banditi durante la fuga.

Bruno Andolfatto

rapina Bussoleno

Un carabiniere mostra “i ferri del mestiere” usati dai rapinatori durante la rapina alla filiale Unicredit di Bussoleno

© Riproduzione riservata