C’era anche una ricercatrice giavenese al Quirinale, lunedì 26 ottobre, durante un incontro con il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, svoltosi nell’ambito dell’iniziativa annuale intitolata “I Giorni della Ricerca”.

La dottoressa Tiziana Vaisitti, 41enne biotecnologa del Dipartimento di Scienze Mediche dell’Università di Torino, è infatti stata scelta, insieme a un’altra ventina di ricercatori provenienti da tutta Italia, per rappresentare l’Airc durante il più alto momento istituzionale che celebra la ricerca contro il cancro.

Vaisitti sta infatti seguendo da qualche tempo, insieme a un ristretto team di colleghi, un progetto che si prefigge l’obiettivo di trovare un farmaco efficace contro il linfoma di Richter, un raro tumore del sangue che lascia ben poche chance alle sue vittime.

Si tratta di una forma molto aggressiva di cancro che si sviluppa nel 10- 12% dei pazienti che sono stati colpiti precedentemente dalla leucemia linfatica cronica”, spiega la dottoressa Vaisitti che si è formata principalmente a Torino, ma ha lavorato anche, per due anni, alla Weil Cornell Medicine di New York, in uno dei centri di ricerca più prestigiosi (e selettivi) al mondo.

Servizio su La Valsusa del 5 novembre.

Alberto Tessa

© Riproduzione riservata