Tutto esaurito a La Praz per le due “Giornate Porte Aperte” al cantiere della Torino-Lione, sabato 19 e domenica 20 ottobre 2019. Per la prima volta nella storia dei cantieri sotto la responsabilità di TELT, promotore pubblico dell’opera, sono stati aperti i cancelli per consentire alla cittadinanza di vedere con i propri occhi l’avanzamento dei lavori sulla grande opera europea, parte del Corridoio Mediterraneo.

Oltre 1600 persone sono giunte per scoprire la grande fresa “Federica” che ha terminato a fine settembre lo scavo dei primi 9 km del tunnel di base della Torino-Lione. I visitatori provenienti  dalla valle della Maurienne, ma anche dalla zona di Lione e dal Piemonte, spesso con famiglia, hanno potuto informarsi sul progetto, le ricadute economiche e le prospettive di lavoro per i territori italiani e francesi.

Dopo l’evento del 23 settembre, con la partecipazione del Ministro dei trasporti francese Jean-Baptiste Djebbari per l’arrivo della fresa a La Praz, che ha accolto 600 ospiti politico-istituzionali e del mondo dell’imprenditoria di Italia e Francia, questo week end Porte Aperte dedicato ai cittadini è stato accolto molto positivamente; le numerose persone che non hanno potuto iscriversi (il numero di accessi possibili è stato regolamentato per motivi di sicurezza) potranno partecipare agli eventi che saranno organizzati nei prossimi mesi, al fine di permettere a quante più persone possibili di conoscere questa grande opera binazionale.

La fresa Federica sarà smontata nelle prossime settimane e altre talpe riceveranno il testimone per proseguire la realizzazione di questo tunnel ferroviario di 57,5 km, il più lungo del mondo.

© Riproduzione riservata