Un’altra truffa ai danni di persone anziane va aggiunta alla serie di reati di questo genere che vengono perpetrati anche nelle nostre Valli.

Il nuovo episodio si è svolto nella prima mattinata di oggi, martedì 22 ottobre, nei pressi della frazione giavenese di Sala. Una donna dall’apparente età di 40- 45 anni, capelli corti e neri, di corporatura robusta, si è presentata alla porta di una signora di 85 anni, presentandosi come un’impiegata delle Poste.

La truffatrice ha turlupinato l’anziana dicendole che, dall’inizio del mese prossimo, le banconote che hanno una parte luccicante (l’ologramma presente su tutte le banconote regolarmente in circolazione) sarebbero andate fuori corso e si è quindi offerta di cambiarle.

La vittima è caduta nella trappola e ha mostrato all’altra donna circa 1300 euro. La malvivente ha arraffato le banconote e, con una scusa, si è precipitata fuori dall’abitazione, dove ad attenderla c’era un uomo a bordo di una macchina nera con il motore acceso.

Un particolare inquietante è costituito dal fatto che l’anziana aveva prelevato quel denaro venerdì scorso e proprio quel giorno la truffatrice si era già presentata alla sua porta, ma era stata allontanata da un vicino di casa. È dunque molto probabile che la signora sia stata pedinata per più giorni.

La vittima si è accorta pressoché subito dell’inganno e ha immediatamente allertato i Carabinieri, giunti a casa sua in meno di dieci minuti, ma i militari non hanno potuto far altro che raccogliere la denuncia della truffata.

 

© Riproduzione riservata