Ulivi nella città di Cozio? Sembra che qui si coltivassero già in epoca romana.

Leggiamo dunque questa bella storia, raccontataci dalla signora Silvana Morello Bussolotti, coltivatrice a livello familiare, ma erede di una lunga tradizione:

Nel 1911, l’olio di oliva di Susa venne portato a degustare a Torino, in occasione dei festeggiamenti per il cinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia. Proveniva dagli ulivi che il signor Giovanni Engelfred de Blieux aveva fatto impiantare a metà circa dell’Ottocento.

Era un impresario delle Ferrovie, venuto in Valle durante la costruzione della linea Torino-Susa, inaugurata nel 1854. Egli aveva acquistato alcuni terreni in regione Sant’Eusebio, vicino ad Urbiano e alle pendici del Forte della Brunetta.

Nei terreni circondanti il vecchio Ospedale del Forte furono piantati ulivi e viti; nella zona pianeggiante verrà successivamente costruita la caserma Cascino. Erano forse ulivi della Provenza, terra di origine della famiglia Engelfred de Blieux? L’impresario morì a Torino nel 1888, a circa 92 anni.

Il racconto completo è su La valsusa del 15 novembre.

© Riproduzione riservata