Oltre quaranta i temerari che, incuranti del freddo, si sono tuffati, domenica 5 dicembre, nelle acque gelide del Lago Grande per il “Cimento invernale”.

L’iniziativa è stata del Circolo Nautico Avigliana in collaborazione con l’associazione Nuotatori del tempo avverso.

Questa pratica è nata non solo per divulgare la cultura dell’acqua, ma soprattutto per conservare, incentivare e diffondere il nuoto e il bagno in acque fredde, con impatto fisico diretto, per dimostrare la valenza di questa pratica quale fonte di benessere”.

Servizio su La Valsusa del 9 dicembre.

© Riproduzione riservata