Sabato 9 giugno, per i 150 anni della Basilica di Maria Ausiliatrice voluta da Don Bosco, lo storico Santuario torinese ha ricevuto un dono importante: un candelabro liturgico artistico per il Presbiterio in bronzo puro, foglia oro e argento che, nel motivo grafico suggerito all’estro del giovane scultore Ettore Marinelli da Don Cristian Besso, Rettore della Basilica, riprende e celebra, nella figura iconica del melograno, il tema fondamentale dell’unione dei figli della Chiesa, a sottolineare un messaggio profondo di unità e condivisione.

L’opera è stata commissionata alla storica e molisana ‘Pontificia Fonderia di Campane Marinelli’ (dall’anno 1000 a oggi la più antica e famosa azienda di sacri bronzi al mondo, dichiarata ‘Sito Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco) e fatta produrre “in memoria di Bruno Poy, torinese di nascita ma vercellese d’adozione, brillante avvocato e uomo generoso amico dei giovani, dei giusti e dei poveri”, spiegano gli autori della donazione, il giornalista Maurizio Scandurra e l’Ingegner Cristiano Bilucaglia (di Collegno), già eletto ‘Imprenditore dell’Anno’ e ideatore di ‘ZERO’, la famosa e prima start-up italiana (cresce al ritmo del 300% annuo) che azzera le bollette di luce e gas.

Cristiano Bilucaglia

L’imprenditore Cristiano Bilucaglia

 

© Riproduzione riservata