Pur avendola sulla testa da diversi decenni, quasi nessun sanganese può dire di avere visto dall’interno la Polveriera, abbarbicata lungo le pendici del Monte Pietraborga.

Abbandonata dall’Esercito nel 2000, i militari hanno periodicamente svolto alcune esercitazioni per ancora tutto il decennio successivo, prima di lasciare che il bosco avanzasse inesorabile.

In un futuro prossimo quegli ampi spazi torneranno a essere fruiti da tutti i sanganesi e non solo, almeno stando a quanto ha dichiarato il sindaco, Alessandro Merletti, venerdì 21 maggio, durante un primo “tour” guidato alla scoperta dei circa 45 ettari su cui si estende l’ex comprensorio militare, prima di proprietà del Demanio e ora ceduto a titolo gratuito al Comune.

Servizio su La Valsusa del 27 maggio.

© Riproduzione riservata