L’aereo proveniente da Shanghai (Cina) con a bordo il trentenne vaiese-santantoninese-parigino Federico Gioberto (“ma ho anche vissuto ad Avigliana, Torino, Milano, Liegi e ho trascorso le estati con i nonni sardi a Villasimius”, precisa) è atterrato a Milano Malpensa ieri mattina mercoledì 29 gennaio alle 7, dopo 15 ore di volo (compreso lo scalo a Hong Kong).

È terminata così l’avventura del giovane valsusino, partito il 2 dicembre per un viaggio da sogno in terra cinese che, nei giorni scorsi, si è trasformato in una spiacevole avventura a causa del Coronavirus che colpito la città di Wuhan, provocando migliaia di contagiati e un centinaio di morti.

Un virus che attirato l’attenzione dei media e dell’opinione pubblica internazionale e diciamolo, corre il rischio di trasformarsi in una psicosi collettiva.

Servizio su La Valsusa del 30 gennaio.

Bruno Andolfatto

© Riproduzione riservata