È terminato a Trana, di fronte al municipio, lo spettacolare inseguimento avvenuto lunedì 17 febbraio e iniziato a Bruino quando, intorno a mezzogiorno, un’auto non ha rispettato l’alt degli agenti della polizia locale.

La pattuglia dei vigili di Bruino era infatti posizionata per effettuare dei controlli presso la rotatoria della Stricca e al momento di segnalare l’alt ad una Fiat Panda il conducente ha proseguito senza nemmeno rallentare; i vigili avevano infatti riconosciuto la vettura ed il guidatore, residente a Trana, fermato qualche tempo prima e già sanzionato perché alla guida con patente scaduta di un’auto priva di copertura assicurativa e di revisione valida, e volendo verificare che tutto fosse in regola hanno mostrato la paletta all’approssimarsi della Panda.

Ma ignorato l’alt è iniziato l’inseguimento a sirene spiegate mentre il veicolo del tranese aumentava sempre più l’andatura proseguendo verso Sangano.

Arrivato nell’abitato di Trana l’inseguito ha imboccato, incurante del divieto di transito per il giorno di mercato, via XX Settembre ed è sfrecciato vicino ai banchi ed alle persone presenti per fermarsi infine di fronte al comune dove la congestione del traffico in quel momento impediva di andare oltre.

I vigili, raggiunti dopo alcuni minuti anche da un’auto dei Carabinieri di Piossasco chiamata in appoggio, hanno contestato le numerose e gravi infrazioni appena commesse dal conducente e, dopo aver constatato che le irregolarità della situazione amministrativa della Panda (già posta sotto sequestro) non erano state sanate hanno avviato la procedura di confisca e ne hanno disposto la rimozione da parte di un carro attrezzi.

Riccardo Salomoni

© Riproduzione riservata