Portano allegria, i colori e il sorriso sono i due fondamenti del loro essere. Parliamo dei clown che, per la Val Sangone e non solo, vuol dire parlare dell’associazione Fuori di Clown, realtà attiva e presente da tempo sul territorio con molte iniziative e tanto entusiasmo verso l’altro.

A guidarla in qualità di presidente c’è Alessandro Agnelli, a renderla quella forza del sorriso e dell’impegno solidale che tanti conoscono e molti altri potranno conoscere, Maddalena Gianquinto, la vicepresidente e la fac totum dei clown.

“I Fuori di Clown hanno avuto un 2019 pieno di sorrisi anche se ogni tanto indossare un naso rosso ti porta un po’ di malinconia e qualche lacrimuccia – dice Maddalena con la carica che la contraddistingue – A volte non è facile regalare allegria, a volte la tristezza negli occhi di un anziano o un bambino con una semplice mascherina per proteggersi da germi per via delle difese immunitarie basse essendo sotto cure chemioterapiche fanno riflettere.

Non sempre è facile, ma i Fuori di Clown sono una famiglia unita che riesce sempre a strappare qualche momento di spensieratezza e felicità”.

L’associazione oltre ai regolari servizi mensili in Casa UGI (Unione Genitori Italiani) e nella Casa di Cura Villa Maria, ha iniziato un nuovo percorso di attività presso l’Ospedale di Rivoli, dapprima rivolto al solo reparto di Pediatria per por arrivare a raggiungere tutti i reparti con una passeggiata di “distribuzione di sorrisi” a tutti i degenti.

Servizio su La Valsusa del 16 gennaio.

Alessandra Maritano

© Riproduzione riservata