Un’operazione della durata di cinque ore, dalle 3 alle 8 della mattina di oggi, giovedì 8 ottobre, ha consentito di portare a termine un grande gesto di solidarietà e di salvare più vite.

All’ospedale di Rivoli è stato infatti effettuato un importante prelievo di organi a scopo di trapianto: fegato, reni e cornee sono stati donati da una paziente di 71 anni morta poche ore prima per emorragia cerebrale.

L’intervento è avvenuto grazie all’opera del Coordinamento ospedaliero prelievi di Rivoli in collaborazione con il Crp (Coordinamento regionale donazioni e prelievi), che hanno messo in moto la complessa macchina organizzativa necessaria per compiere il prelievo.

A eseguirlo, le équipe della struttura di Anestesia e Rianimazione e della Camera operatoria dell’ospedale di Rivoli e un’équipe mista di specialisti composta da medici di Rivoli (in particolare, da una chirurga urologa, una rianimatrice e uno specialista che si è occupato del prelievo delle cornee) e da professionisti della Città della Salute.

La donazione, come sempre in questi casi, è stata resa possibile dalla grande generosità e dalla sensibilità della famiglia della donna, che ha acconsentito al prelievo degli organi.

“L’attività sanitaria dei nostri ospedali sta proseguendo regolarmente, nonostante il periodo difficile e l’attenzione per l’emergenza Covid. E non si fermano i gesti di solidarietà, come questo, che hanno permesso di portare avanti la macchina della solidarietà e di salvare delle vite – commenta il Direttore Generale dell’Asl To3, Flavio Boraso –. Voglio ringraziare, oltre alla famiglia per il gesto compiuto, il personale dell’Asl, che sta continuando a dimostrare il proprio impegno e la propria professionalità”.

 

© Riproduzione riservata